Associazione Gruppo Ricerche Storiche          

Home Page


Benvenuti nel sito ufficiale dell'Associazione "Gruppo Ricerche Storiche"

L'Associazione G.R.S. è un Associazione a carattere di volontariato che che opera principalmente sul territorio Laziale, anche se è disponibile a svolgere il proprio operato su tutto il territorio nazionale, particolarità della nostra Associazione è che i suoi associati svolgono ricerche di superficie e non solo mediante l'uso di metal detector.

La nostra Associazione è disponibile a collaborare con Musei, Comuni, Enti preposti, Sovrintendenze ed Associazioni private private e pubbliche, allo scopo di ricercare, scoprire e valorizzare quello che potrebbe essere il nostro patrimonio storico ed archeologico, e comunque in tutti quei casi in cui ci sia bisogno di effettuare una serie di ricerche o prospezioni di superficie mediande l'uso del metal detector.

Curriculum

Nata nel 2008 grazie all'unione di tre persone che provenivano da due Associazioni storiche della provincia di Roma,  ed un paio di persone che proveniveno da un'associazione di detectoristi a livello nazionale, a Febbraio 2009, grazie anche ad un rapporto di collaborazione che si era creato tra un nostro associato ed il vecchio Sovrintendente di Bolzano, la nostra Associazione viene invitata a partecipare come relatrice a quello che sarà uno dei rarissimi convegni che parlando di leggi e di metal, dando la possibilità ad Associazioni come la nostra di esprimere il proprio pensiero.
Guarda la pagina del Convegno di Bolzano 

Grazie anche alla cassa di risonanza che ha avuto la nostra partecipazione a questo convegno, nel 2013 siamo stati invitati a partecipare ad un altro convegno, questa volta in Bulgaria. Uno dei pundi di discussione di questo Convegno riguardava la possibilità di creare una Federazione Europea di Metaldetecting. A causa di impegni presi in precedenza non siamo riusciti ad essere presenti, ma siamo comunque stati presenti con un report. Per quanto riguarda invece il discorso della Federazione, dopo un'attenta discussione interna, e visto che non essendo la nostra un'Associazione a livello nazionale, quindi mancavano i presupposti legali, abbiamo preferito rifiutare gentilmente, per una questione di nostra correttezza e sempre per la famosa mancanza dei requisiti minimi necessari.
Guarda la pagina del Convegno in Bulgaria


Essere invitati come relatori a dei convegni di così grande importanza non può che renderci fieri, ma la nostra Associazione non è formata da persone da convegno, ma da appassionati della ricerca con metaldetector, per cui ci siamo buttati in altri progetti.

Tra questi progetti ci fa piacere sottolineare la ricerca svolta a Mentana, in accordo con il Museo Garibaldino di Mentana e con il patrocinio gratuito del comune, la ricerca di eventuali parenti per la restituzione di eventuali dog tags rinvenuti ai relativi parenti e la collaborazione di un nostro associato che continua da anni a cercare e consegnare reperti più o meno importanti nella provincia di Bolzano.

Riguardo il discorso delle dog tags, ci teniamo a precisare alcune cose in merito: Il nostro esperto nella ricerca è stato riconosciuto come uno dei maggiori esperti per queso tipo di ricerche, trovando e facendo riconsegnare piastrini Italiani, Inglesi ed Americani, noi non chiediamo assolutamente nessun compenso per queste ricerche, neanche per l'eventuale spedizione della dog tags a casa, e soprattutto non chiediamo assolutamente l'iscrizione alla nostra Associazione, chi vuole ci potrà aiutare con una semplice donazione volontaria.

 


DICONO DI NOI!!
Dalla pagina Beni Culturali della Provincia di Bolzano:
Il metal detector è uno dei più importanti strumenti per individuare oggetti metallici sepolti.
Tali strumenti sono di aiuto per gli archeologi, specialmente nell'ambito d'indagini preliminari e nell'attività di pianificazione di interventi archeologici su ampie superfici.
I metal detectors sono purtroppo usati anche da numerosi privati.
Solo raramente si tratta di persone responsabili in contatto con gli organi preposti alla tutela e da questi autorizzati ad effettuare questo tipo di ricerca.
Il più delle volte questi dispositivi sono invece utilizzati da soggetti mossi da vari intenti
(collezionismo, commercio di oggetti antichi di ogni genere, recupero di preziosi perduti lungo le spiagge ecc.).
Essi operano non solo in aree già sottoposte a vincolo, ma anche in altre di notevole
potenziale archeologico, non ancora oggetto di indagini scientifiche e scavi programmati.
 
Da un intervista rilasciata dopo il Convegno di Bolzano

Si è voluto offrire anche ai metallari la possibilità di esprimere il loro parere, ciò che è successo con Maurizio De Angelis, Presidente di una Associazione di Ricerche Storiche di Roma, il cui modus operandi e la cui filosofia sono molto in sintonia con le finalità di tutela perseguite dalle Soprintendenze e dalle forze dell'ordine.

Cercare di portare avanti alcuni progetti a volte significa investire tempo, forze e denaro! Per il tempo e la forza non abbiamo problemi, ma un aiuto economico è sempre ben accetto e ci consente di portare avanti, prima, progetti che altrimenti avremmo dovuto mettere in secondo piano.

Fai una donazione